giovedì 1 dicembre 2011

OYUMARU la pasta per gli stampi FAI DA TE

Buongiorno!

Come promesso vi illustrerò cosa è, e come ottenere stampini con l’utilizzo della pasta OYUMARU.

Oyumaru è una resina sintetica, esiste in commercio di colore trasparente e multicolor ( pasta incolore e colorata non hanno differenza di utilizzo né di qualità inferiore o superiore, è solo questione di estetica e marketing, poiché anche il prezzo delle confezioni non cambia) viene venduta in confezioni da 2-6-7-12 e 24 pezzi.

Creata in Giappone la pasta modellabile consente la creazione di stampi riutilizzabili e flessibili ed è di facilissimo utilizzo conla semplice immersione della pasta in acqua a 80°. I Giapponesi la usano anche per soggetti modellabili a mano e quindi come materia prima di creazione come nei soggetti che vi mostro qui di seguito:

A seconda della confezione e colore le dimensioni delle barrette di: 6 cm x 1.5 cm, con spessore di 6-7 mm circa, non cambiano. La pasta Oyumaru all'apertura dellaconfezione si presenta di consistenza dura lievemente flessibile come una qualsiasi plastica semirigida.






COME SI USA OYUMARU:

  • Innanzitutto apriamo la confezione... ^_^simpatica eh....!!!!

Le barrette di Oyumaru si presentano così:

Prendete una barretta o due a seconda della dimensione dello stampino che volete ottenere, calcolate che la pasta dovrà avvolgere solo in una facciata il soggetto se volete ottenere una bi-dimensione, se invece volete uno stampo 3D calcolate più Oyumaru da utilizare.
  • Sul fornello mettete un piccolo bollitore con acqua e portatelo ad ebollizione, toglietelo dal fuoco e aspettate in modo che l’acqua raggiunga gli 80°, non importa misuriate la temperatura, ad occhio calcolate 2-3 minuti
  • Intanto prendete il soggetto di cui volete fare lo stampo e spennellatelo con un velo di talco, servirà a far in modo che la pasta non attacchi ad eventuali superfici troppo porose, c’è chi consiglia oli vegetali o sintetici, ma rischiate di far scivolare la resina e non ottenere particolari precisi.

  • Passati 2 minuti immergete la barretta in acqua.
  • Lasciate in ammollo la barretta per 4-5 minuti e con un cucchiaio recuperate la pasta che sarà appiccicosa e modellabile, poggiatela su di uno straccio che non lasci pelucchi, evitate la carta da cucina con Oyumaru, potrebbe attaccarsi e dovrete ripetere l’ammollo per staccare i pezzetti di carta che ha aderito alla pasta, consiglio lo straccio!
  • Tamponate la pasta velocemente, modellatela tra le dita e fatela aderire al soggetto, con le dita fate aderire ogni parte, io consiglio di poggiare su un piano o una scatolina il soggetto e pressare sopra la pasta in modo che la psrte aderente sia solo quella da riprodurre e lo stampino venga di forma piatta il più possibile. Dopo aver atteso 5 minuti, la resina si sarà asciugata e riuscirete a togliere il soggetto, ED ECCO FATTO LO STAMPINO!


E vi linko ora un Tutorial bellissimo e veramente esplicativo... altro che le mie foto...



ed ecco i link per gli acquisti cliccate sui loghi!



2 commenti:

  1. le creazioni di ales27 dicembre 2011 12:20

    complimenti per i tuoi lavori... io sono agli esordi me ti seguo con piacere... se vuoi ricambiare ti aspetto sul mio nuovo blog
    http://lecreazionidiales.blogspot.com/

    RispondiElimina
  2. Mamma mia! Non conoscevo questa pasta miracolosa! Sono gasatissima! voglio provarla! grazie per le informazioni e il tutorial. Una domanda...una volta creato lo stampo quante volte si può riutilizzare? Si rompe dopo un po' di tempo? Grazie!
    Ciao
    Milena

    RispondiElimina

E qui mi dicono....

About Me

Le mie foto
Abito in un paesino vicino a Bologna ho la passione per il disegno, sono laureata in pittura all'Accademia di Belle Arti di Bologna, sperando vivamente che diventi la mia professione.... coltivo la passione per il Fimo da poco anche se avendo una enorme casa di bambole volevo da sempre creare mini cibi.... Grazie alla Krissy ho scoperto questo materiale con cui cerco di realizzare ciodolini e anche inutili oggettini per far sorridere.....